Le Chewing Gun fanno male ai nostri figli?

I vostri figli vi chiedono la gomma da masticare, ma gli rispondente di no perché siete preoccupati di come potrebbe influenzare i suoi denti? I genitori hanno ragione a voler controllare e limitare il numero di chewing gum, ma la gomma da masticare senza zucchero, in particolare se contiene xilitolo, puó avere effettivamente dei benefici per la salute dentale.

Quali sono i benifici della chewing gum?

Vediamo quali sono e come si possono ottenere questi benefici.

L’atto della masticazione permette di aumentare il flusso di saliva in bocca, e la saliva è molto utile per neutralizzare e spazzare via gli acidi nocivi che possono essere prodotti dopo aver mangiato. Questi acidi si formano quando il cibo che ingeriamo viene a contatto con i batteri che vivono nelle nostre bocche. Nel corso del tempo, questo acido lavora per abbattere lo smalto dei nostri denti, che porta alla decomposizione e al sorgere delle carie. Ma la saliva contiene calcio e fosfato, due minerali che sono importanti nella costruzione dello smalto che riveste il dente.

E’ stato dimostrato che il masticare la chewing gum per almeno 20 minuti dopo un pasto permette di aiutare a proteggere i denti. Ciò significa che, questi prodotti che soddisfano determinati standard permettono di ridurre l’acido della placca, promuovendo la rimineralizzazione dello smalto, riducendo la cavità, o le gengiviti.

Bisogna, tuttavia, fare attenzione a non abusarne in quanto una masticazione troppo prolungata di chewing gum può portare a dolori alla mascella e al mal di denti.

Coloro che producono chewing gum e vantano determinate caratteristiche di queste, devono fornire studi di laboratorio e studi clinici che dimostrano le loro richieste.chewing gum

Tutti i tipi di chewing gum fanno bene?

E ‘ importante ricordarsi di scegliere solo le gomme da masticare senza zucchero che sono gli unici alleati che e vi possono aiutare a migliorare la vostra salute dentale. Gli altri tipi di chewing gum che contengono zucchero permettono di incrementare la produzione di saliva, ma allo stesso tempo, essi introducono anche lo zucchero che alimenta i batteri della placca, con conseguente acido che danneggia i denti.
E’ importante, inoltre, che i genitori oltre a scegliere chewing gum senza zucchero scelgano anche le gomme che contengono xilitolo. Questo dolcificante naturale inibisce la crescita di batteri pericolosi e impedisce ai batteri di aggredire il dente. Questo può quindi contribuire a fermare la formazione di carie. E’ stato dimostrato che lo xilitolo contribuisce a riparare lo smalto danneggiato del dente. Puoi chiedere consigli a un dentista per bambini su quale marca e tipo di chewing gum acquistare.

Però…

E’ bene ricordare che la gomma da masticare non dovrebbe mai sostituire lo spazzolino e il filo interdentale. Nei casi in cui la spazzolatura dopo un pasto non è possibile, l’assunzione di una chewing gum senza zucchero può aiutare a prevenire l’insorgere della carie.
In conclusione dunque per la pulizia dei denti del vostro bambino è bene privilegiare prima di tutto lo spazzolino. Per tutte quelle occasioni in cui non è possibile ricorrere allo spazzolino, se per esempio avete un figlio in età scolare che deve restare a scuola tutti i pomeriggi e non ha possibilità di lavarsi i denti dopo pranzo, la gomma senza zucchero puó essere un buon alleato per prendersi cura dei denti di vostro figlio.

Le cure dentistiche per i bambini in età scolare

Denti sani e gengive sono di vitale importanza per la salute generale del vostro bambino in età scolare. Le cure dentistiche per i denti dei bambini inizia con la pulizia dei denti del bambino due volte al giorno ed evitando i più comuni comportamenti sbagliati per i denti.

Lo sviluppo dei denti in età scolare

La maggior parte dei bambini hanno una serie completa di 20 denti da latte nel momento in cui raggiungono i 3 anni.

Solitamente cominciano a perdere i denti da latte a partire da circa sei anni di età. In piena età scolare, cioè dai 6 ai 12 anni, i bambini hanno un misto di denti da latte e denti permanenti. Tra un’età compresa tra i 10-12 anni la maggior parte dei bambini hanno tutti i loro denti adulti tranne che per i terzi molari (denti del giudizio).

I denti permanenti restano i medesimi per tutta la vita, per cui è bene prendersene cura. Tendenzialmente se i denti da latte sono spuntati in ritardo è probabile che anche i denti definitivi tarderanno nella crescita.

Quando stanno crescendo i denti adulti al bambino può risultare difficile masticare; in ogni caso è comunque importante che mangi cibi sani.

E’ importante mantenere una buona igiene orale di routine assicurandosi che il vostro bambino si lavi i denti, bisogna comunque dirgli di fare attenzione in più intorno alle aree sensibili.

E’ importante che i denti che stanno per cadere, cadano da soli, non bisogna sforzarli tirandoli. Se si stacca un dente prima che sia pronto a cadere, si provocano dei sanguinamenti che possono in seguito essere fonte di dolore e infezioni.

A volte un dente adulto crescerà prima che il dente da latte si sia staccato. Se il dente non cade nel giro di 2-3 mesi, vedete il vostro dentista.

Cure dentistiche: come mantenere i denti del vostro bambino pulito prima e durante l’età scolare

Durante l’età scolare, bisogna spazzolare i denti del vostro bambino almeno due volte al giorno, alla mattina e alla sera.

Fino a quando il bambino non compirà sei anni, usate un dentifricio e uno spazzolino da denti appositi per bambini. Una volta che il bambino compie i sei anni, è possibile utilizzare normale dentifricio al fluoro per adulti.

In età scolare il bambino è in grado di effettuare la pulizia dei denti in autonomia. In ogni caso è bene controllare che venga effettuata regolarmente e correttamente. Il vostro bambino avrà bisogno del vostro aiuto e la vostra supervisione fino a quando non raggiungerà almeno otto anni. Nel caso non possa lavarsi i denti dopo pranzo perchè si ferma a scuola, una chewing gum senza zucchero può sostituire in parte lo spazzolino.

Rivolgiti a un dentista per bambini per sapere se è necessario che tuo figlio usi il filo interdentale.

Potete anche abituare il bambino a sciacquarsi la bocca con acqua dopo pranzo e spuntini. Questo aiuterà a lavare via residui di cibo dai denti.

Il modo migliore per spazzolare i denti del vostro bambino

Ecco una serie di passi utili per lavare i denti a vostro figlio fino a quando non sarà capace di farlo da solo:

  • State in piedi o sedetevi dietro al vostro bambino in modo che stia sicuro;
  • Cercate di posizionarvi davanti ad uno specchio in modo da avere una visuale completa della bocca del bambino;
  • Tenete le setole dello spazzolino verso la gengiva. Sollevate le labbra del bambino per spazzolare la parte anteriore e posteriore dei denti;
  • Spazzolate delicatamente la lingua del vostro bambino.
  • Dite al bambino di sputare il dentificio e di non ingoiarlo. Non c’è bisogno di risciacquare dopo la spazzolatura perché il dentifricio al fluoro che rimane aiuta a proteggere i denti del bambino.età scolare

Comportamenti sbagliati per i denti dei bambini

Capita, spesso inconsciamente, di tenere comportamenti sbagliati per i denti dei nostri bambini. Come già ribadito in questo blog, al giorno d’oggi, le carie sono prevenibili quasi al 100 per cento. Tuttavia, più di uno su quattro dei genitori intervistati hanno riferito che i loro figli hanno avuto problemi di carie nel corso dell’anno passato. Questo è stato il  risultato di una nuova indagine effettuata su circa 1 su 1.000 operatori sanitari. L’ indagine è stata pubblicata da Delta Dental per il mese nazionale della salute dentale dei bambini. Tra i bambini che hanno avuto problemi di carie nel corso dell’ultimo anno, il 53 per cento ne presentava almeno due o più.

Nel 2013, il Delta Dental Children’s Oral Health Survey ha dimostrato che, non solo sono gli adulti possono passare cattive abitudini alimentarie ai bambini esponendoli quindi ai batteri che causano carie, ma spesso tengono comportamenti sbagliati per i denti dei figli e non insegnano nemmeno le buone abitudini di salute dentale, tra cui base elementi base come spazzolino e filo interdentale.

I genitori e gli operatori sanitari devono curare l’igiene orale dalla nascita dei bambini in modo da aiutarli a prevenire la carie. I denti da latte sono molto importanti. Aiutano i bambini a masticare e parlare correttamente oltre a creare lo spazio per i denti permanenti. Se un bambino ha denti da latte sani è probabile che, lui o lei, avrà anche i denti permanenti sani.

Questi sono alcuni dei comportamenti sbagliati per i denti dei bambini che gli esperti consigliano di evitare:

  • Un’indagine dimostra che il settantacinque per cento degli intervistati dichiara di condividere gli utensili, come un cucchiai, forchette o bicchieri con il bambino.

E’ consigliato ai genitori e agli operatori sanitari di eliminare comportamenti che comportano scambi di saliva, in particolare la condivisione di utensili e spazzolini da denti e pulizia. Evitare anche di mettere in bocca il ciuccio del bambino. Queste sono tutte attività che potrebbero passare batteri dannosi al piccolo e rappresentano i comportamenti sbagliati per i denti più comuni.

  • Il quarantanove per cento degli intervistati con un bambino di quattro anni o più, permette che il bambino vada a letto portandosi con se una tazza o una bottiglia contenente latte o succo di frutta.comportamenti sbagliati per i denti

E’ sconsigliato ai genitori e agli operatori sanitari di mettere un bambino a letto con una bottiglia di latte, succhi di frutta, acqua zuccherata o altre bibite. Non vi è alcun problema, invece, per quanto riguarda l’acqua.

  • L’età media della prima visita dal dentista per i bambini è 3 anni.

I bambini dovrebbero fare la loro prima visita presso un dentista per bambini nei primi sei mesi nel momento in cui spunta il primo dente o comunque non oltre il primo compleanno.

  • L’indagine mostra che solo il 58 per cento dei bambini si lavano i denti due volte al giorno e il 34 per cento di questi solo con lo spazzolino e per meno di 2 minuti.

I denti dei bambini devono essere lavati almeno due volte al giorno e per almeno due minuti ogni volta. I genitori dovrebbero controllare che i figli si lavino i correttamente almeno fino a 6 anni, cioè fino a quando non avranno raggiunto l’età scolare.

  • Il Quarantatre per cento dei genitori o tutori dichiarano che i loro figli non hanno mai utilizzato il filo interdentale, e dei bambini che ne fanno uso, solo il 23 per cento lo passano tutti i giorni.

Il filo interdentale andrebbe passato almeno per un dente ogni due, i genitori devono assistere i figli nel passare il filo interdentale almeno una volta al giorno.

Perchè iniziare a curare l’igiene orale dalla nascita

Perchè dovremmo iniziare a curare l’igiene orale dalla nascita del bambino?

Curare l’igiene orale dalla nascita del bambino è fondamentale. La maggior parte delle persone non si rendono conto che le carie sono quasi al 100 per cento prevenibili. Le carie dentali possono svilupparsi in qualsiasi momento dopo che i denti sono spuntati a partire da circa 6 mesi di età. E’ importante stabilire buone abitudini di salute orale dalla nascita per scongiurare i batteri che le causano.

I genitori potrebbero pensare che la cura dei denti da latte del loro bambino non è importante poichè questi cadranno. In realtà questi aiutano i bambini masticare e a parlare correttamente, oltre a tenere lo spazio per i denti permanenti. Curare l’igiene orale dalla nascita facendo in modo che il bambino abbia denti da latte sani, aumenta la probabilità che anche quelli permanenti lo siano.

Quali comportamenti tenere per curare l’igiene orale dalla nascita?

curare l'igiene orale dalla nascitaQuando un bambino perde un dente da latte, i genitori dovrebbero pulire le gengive del bambino con un panno umido e usare uno spazzolino
morbido dopo i pasti per aiutare a mantenere il livello di batteri basso e preparando la bocca per l’arrivo del nuovo dente. Secondo un’indagine, nonostante il 72 per cento degli intervistati sapevano che è importante pulire le gengive di un bambino con un panno morbido, solo il 28 per cento ha dichiarato di effettuare effettivamente questa operazione.

Quasi uno su cinque degli intervistati lascia che il proprio bambino vada a dormire portandosi con se una bottiglia contenente succo di frutta o latte. E’ un errore da non fare perché la frequente esposizione di zucchero può portare all’insorgere delle carie. Invece, i genitori dovrebbero riempire la bottiglia con dell’acqua.

Questi sono solo due esempi, vi sono altri comportamenti sbagliati per i denti dei bambini che è meglio evitare.

Ecco altri suggerimenti che si possono adottare per curare l’igiene orale dalla nascita del piccolo:

  • Evitare la condivisione di spazzolini da denti, bottiglie, cucchiai e cannucce con il bambino. Ciò per evitare scambi di saliva e per proteggere il bambino evitando di trasferirgli batteri che possono essere causa di carie;
  • Non appena il primo dente esce, iniziare la spazzolatura con uno spazzolino morbido e acqua almeno una volta al giorno, preferibilmente prima di coricarsi. Una volta che i denti diventano più di uno è il momento di iniziare a usare il filo interdentale almeno una volta al giorno;
  • Entro sei mesi dal momento della fuoriuscita del primo dente, o comunque, non oltre il primo compleanno, il bambino dovrebbe fare la sua prima visita odontoiatrica, preferibilmente presso un dentista per bambini specializzato;
  • Con il tempo, quando il bambino ha almeno 2-3 anni si può iniziare ad utilizzare un pò di dentifricio al fluoro. Abituate il vostro bambino a sputare il dentifricio e a risciacquare i denti dopo esserseli lavati almeno due volte al giorno;
  • Aiutare il bambino a spazzolarsi i denti e a passare il filo interdentale almeno fino a 7-8 anni fino a quando non imparerà a farlo correttamente da solo.

© 2016 A MarketPress.com Theme